Memorie di Dachau: il diario di Chiara Bontà

Diario di Chiara Bontà

Non pensavo fosse così ….

Forse dopo tutti i discorsi non è facile trovarsi una realtà così nuda e cruda davanti agli occhi.

Uno arriva con un’idea, un’aspettativa; è impossibile non lasciarsi prendere dall’immaginazione, alla fine è solo il disperato tentativo di capire, per provare a dare una spiegazione.

Me lo aspettavo diverso, il campo. Era quasi un paesaggio surreale per quello che invece doveva rappresentare, non trapelava alcuna emozione, non era facile capire cosa provavamo. Come se si volesse provare a mascherare e nascondere ancora questa realtà.

Non so se sarà mai possibile riuscire a capire davvero, fino in fondo cosa è stato, ma questo viaggio e quello che abbiamo visto per quanto possa essere lontano da quello che ci aspettavamo, e per quanto possa essere diverso da quello che un tempo era, deve comunque aiutarci a non dimenticare, per fare in modo che una cosa moralmente inconcepibile come questa, si ripeta. 

foto Dachau

Shortlink:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.