Evento finale provinciale “Giovani a Sistema per i Mestieri” Piombino 29 Novembre

Venerdì 29 Novembre, dalle 16.00 fino a sera
PIOMBINO – Centro Giovani De’ André/Rivellino/Ex Asilo Pro Patria

Ci vuole mestiere!
DAL PASSATO, IL LAVORO DEL DOMANI

Evento conclusivo dei corsi organizzati da Piombino, Portoferraio e Sassetta per il progetto “ANTICHI MESTIERI” della Provincia di Livorno.
Anche Portoferraio partecipa a questo importante evento di restiuzione delle attività svolte!
Piombino:
– Fotografia d’altri tempi
– La bottega del sapone
– Dai cenciai alle isole ecologiche

Portoferraio:
– Com’eremo
Com’eremo nasce dalla volontà di creare una raccolta di testimonianze sul passato dell’isola d’Elba riscoprendo le antiche professioni. È un progetto che si declina in modo diverso dal percorso “Ri-Trovarsi Giovane” degli altri due Comuni, ma che comunque ne condivide le finalità: valorizzare i mestieri di una volta per aprire nuove prospettive nel presente e nel futuro.
Grazie alla sinergia tra il Comune di Portoferraio (Assessorato alle politiche giovanili), l’Arci (Comitato territoriale Piombino Val di Cornia Elba), l’Informagiovani e le preziose operatrici dell’Opificio Liber Arti, sono stati creati percorsi didattici, escursioni guidate e laboratori che hanno mostrato lo stretto contatto con la terra e il mare, nel profondo rispetto per l’ambiente.
L’obiettivo principale di Com’eremo, che ha visto protagonisti i giovanissimi e le loro famiglie, è stato quello di creare una rete nel territorio elbano per riscoprire gli antichi mestieri: il CONTADINO, il FALEGNAME, il PITTORE, il CARBONAIO, il MINATORE, il PANETTIERE e il CUOCO.
Per ognuna di queste figure sono state organizzate iniziative didattiche ed educative per far conoscere alle nuove generazioni l’importanza del lavoro del passato e la fruibilità attuale. Di volta in volta le animatrici hanno incontrato ili loro giovane pubblico in luoghi significativi della città di Portoferraio (i giardini delle Ghiaie, le Fortezze Medicee, il centro storico)  e al di fuori dei centri abitati nei luoghi in cui si svolgevano le antiche professioni. Ogni itinerario ha avuto come tema un mestiere e la vita quotidiana di donne e uomini ad esso connesse, per mostrare lo stretto legame con un tempo non così lontano a cui forse abbiamo l’esigenza di riavvicinarci, per la creazione di una convivenza sostenibile negli anni a venire.
Al termine dei laboratori è stato realizzato un video di presentazione del progetto, proiettato in occasione della giornata finale svoltasi il 12 Ottobre presso la sala della Gran Guardia a Portoferraio.

Sassetta:
– La bottega dello scalpellino

– L’arte del carbonaio
antichi mestieri

Shortlink:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *