La Val di Cornia per l’inclusione sociale

prestito_sociale_4

Progetto di Prestito sociale – Toscana solidale

 “La Val di Cornia per l’inclusione sociale”

La Regione ha finanziato un progetto regionale di prestito sociale per sostenere con prestiti fino a 3.000 euro (senza garanzie e senza interessi)

Il progetto, di cui è capofila ARCI Comitato Territoriale Piombino Val di Cornia Elba, ha infatti creato una rete di 5 Centri di Ascolto distribuiti in tutta la Val di Cornia più Monteverdi M.mo coprendo l’area ASL 6 della corrispondente Società della Salute che è sostenitore del progetto insieme a Pubblica Assistenza Piombino, Misericordia San Vincenzo, Misericordia Monteverdi M.Mo e Comune di Piombino e  di Campiglia M.ma.

A tali centri, esclusivamente su appuntamento, le persone in situazione di bisogno potranno rivolgersi per  un colloquio, individuale o familiare. I Centri di Ascolto, che opereranno in stretto raccordo con i servizi sociali territoriali, nell’accogliere le domande daranno priorità a coloro che si trovano in condizione di particolare e temporanea fragilità socio-economica: appartenenza a famiglie numerose, presenza di situazioni di disabilità grave, presenza di figli minori e di nuclei monoparentali.

Dopo aver predisposto un piano personalizzato, i contributi che potranno essere accordati (dopo l’istruttoria effettuata dai Centri di Ascolto sempre in raccordo con i servizi sociali territoriali) non potranno superare i 3 mila euro, senza garanzie né interessi. La restituzione della somma dovrà avvenire entro un massimo di 36 mesi e la modalità sarà concordata sempre con il centro di ascolto al quale spetteranno anche attività di tutoraggio e di accompagnamento per garantire un uso consapevole del denaro. Al beneficiario viene richiesto di essere parte attiva e propositiva nel superare le momentanee difficoltà economiche, personali o della propria famiglia.

 

 

Coloro che richiedono il beneficio devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • residenza anagrafica in un Comune toscano;
  • maggiore età;
  • assenza di condanne definitive di un certo tipo (associazione di tipo mafioso, riciclaggio, impiego di denaro e beni di provenienza illecita);
  • valore ISEE non superiore a 15mila euro;
  • cittadinanza europea oppure possesso della carta di soggiorno o di regolare permesso di soggiorno.

Ecco i centri di ascolto presso i quali si può prendere appuntamento:
CdA Piombino 1 c/o Sportello Immigrati Circolo Samarcanda

Via C. Pisacane,64

Piombino (LI)

Tel.  0565 226204

Orario di apertura: martedì 10.00-11.00

 

CdA Piombino 2 c/o Pubblica Assistenza

Via G. Bruno, 23

Piombino (LI)

Tel.  0565 225150

Orario di apertura: martedì e giovedì 16.00-18.00

 

CdA Venturina c/o Informagiovani Venturina

Via del Popolo, 2A

Venturina (LI)

Tel.  0565 855659

Orario di apertura: martedì 10:30-12:30

 

CdA San Vincenzo c/o Misericordia San Vincenzo

Via San Francesco, 8

San Vincenzo (LI)

Tel.  331  8851623

Orario di apertura: lunedì 9.30-11.30

 

CdA Monteverdi c/o Misericordia

Via della Capannina, 2

Monteverdi M.mo (LI)

Tel.  0565 784286 / 333 2058589

Orario di apertura: martedì 16.00-18.00

Shortlink:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.