Laboratorio gratuito di Teatro Danza a Portoferraio

voantino teatro danzaAnimiamo l’estate a Portoferraio

Il Comune di Portoferraio, (Assessorato alle Politiche Giovanili) e la Provincia di Livorno, in collaborazione, Arci Comitato Territoriale Piombino Val di Cornia Elba e l’Informagiovani presentano un progetto dedicato ai giovani per l’animazione locale e per  e per la valorizzazione del territorio, nell’azione APQ “Giovani in animazione locale”

Il progetto ha come scopo quello di far entrare in contatto i giovani attraverso attività ludico-ricreative ed artistiche, incoraggiarli a esprimere la loro creatività, valorizzare le loro idee sostenendo le iniziative proposte da loro e sviluppare il senso di appartenenza al territorio

Il progetto prevede un calendario di incontri laboratoriali di Teatro Danza e di musica da svolgersi presso i locali della Grotta Azzurra e in luoghi all’aperto del Comune di Portoferraio e si concluderà con un evento finale di restituzione delle attività svolte.

Laboratorio di teatro danza con Angela Iannì: massimo 15 iscritti
LUNEDì e giovedì dalle 18:00 alle 19:30 presso la GROTTA AZZURRA

 

Angela Iannì nasce all’isola d’Elba nel 1983.

La danza è sempre stata la sua più grande passione;la sua formazione è iniziata da piccola sul territorio elbano con il centro Olympia Aethalia Ginnastica Artistica,fino ad iniziare un vero percorso di studio accademico della danza presso la scuola Elbadanza diretta da Mariapaola Gori.

Da circa dieci anni viaggia per l’Europa continuando ad approfondire il linguaggio della danza nelle sue diverse forme.

La sua ricerca è aperta a tutto quel tipo di linguaggio che parte dall’ascolto del corpo,delle sensazioni e delle emozioni.

Negli ultimi anni ha scoperto lo stile più vicino alla sua persona,

il TEATRODANZA .

“Il Teatrodanza ha un fondamento diverso dalla pura tecnica e dalla routine.

La tecnica è importante, ma è solo un presupposto. Ci sono dei momenti nella vita di un individuo in cui la realtà diventa indicibile, in cui si rimane senza parole, completamente perduti e disorientati, insomma, non si sa più che fare..

A questo punto comincia la danza, per motivi del tutto diversi dalla vanità e non per dimostrare che i danzatori sanno fare qualcosa che uno spettatore non sa fare. E’ necessario trovare un linguaggio, con parole, con immagini, movimenti e atmosfere che faccia intuire qualcosa che esiste in noi da sempre”.(Pina Bausch)

 

Il laboratorio che verrà presentato è un’occasione di approfondimento e ricerca che il giovane andrà ad intraprendere per accrescere la sua formazione e la sua cultura nell’ambito della danza, e se in caso non ci fosse ancora una formazione, per conoscere un nuovo linguaggio artistico.

A fine percorso è prevista una performance all’aperto,di Danzaurbana .

Shortlink:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.